Lettera di padre Agostino Gemelli a Giulio Cesare Ferrari (5)

Agostino Gemelli / Milano Via Maroncelli, 23
 
[1920]

Carissimo Ferrari,
non comprendo le ragioni del tuo silenzio. Perché io possa incominciare a preparare questo benedetto archivio [1] occorre che tu ti spicci a darmi una risposta. E davvero non capisco le cause delle difficoltà.
E pure non capisco perché Franchi [2] non risponde. Se voi avete delle difficoltà (e non riesco a capire quali possano essere) non avete che a dire una parola e io non ho alcuna difficoltà a scioglierci dall'impegno reciproco. Non facciamo complimenti e parliamoci chiaro. Attendo una tua dunque, anche perché se la nostra combinazione non andasse, ne ho sottomano un'altra per la quale mi preme venire a una decisione.
Spero che avrai dato ordine per gli estratti del mio articolo.
Ti prego farmeli avere al più presto.
Ho pronti due articoli: uno porta il titolo: I metodi per lo studio delle fluttuazioni dell'attenzione. L'altro il titolo: L'orientamento nello spazio in rapporto con il governo dell'aeroplano. Io preferisco mandarti quest'ultimo. Dimmi se va bene. I clichès saranno pronti in settimana. Cordiali saluti
p. A Gemelli
[PS:] auguri per l'anno nuovo.

[1] L'Archivio italiano di psicologia, il periodico che in seguito prese il nome di Archivio di psicologia, neurologia e psichiatria, fondato nel 1919 da Agostino Gemelli e Federico Kiesow.
[2]  Il direttore della Zanichelli Oliviero Franchi (1875-1927), che aveva sostituito Cesare Zanichelli alla guida della casa editrice bolognese.
back to top