Edouard Claparède

Ginevra, 24 Marzo 1873 – Ginevra, 29 Settembre 1940

Biografia

Psicologo e pedagogista. Ebbe un ruolo importante nella costruzione di una psicologia sperimentale e di una pedagogia scientifica.
Dopo aver compiuto studi a Ginevra, Lipsia e Parigi, si laureò in medicina nel 1897 e cominciò a collaborare con il Laboratorio di psicologia sperimentale di Ginevra, fondato nel 1892 da Théodore Flournoy.
Nel 1901 fondò con Flournoy gli Archives de psychologie, che diresse fino alla morte. Nel 1904 divenne direttore del Laboratorio, presso il quale organizzò, due anni dopo, un seminario di psicologia pedagogica, volto alla diffusione dei metodi della pedagogia sperimentale e della psicologia infantile. Nel 1908 venne nominato professore straordinario di psicologia sperimentale presso l'Università di Ginevra, ottenendo poi nel 1915 l'ordinariato.
Nel 1912 fondò, insieme a Pierre Bovet, l'Istituto di scienze dell'educazione "Jean Jacques Rousseau", che divenne ben presto il maggior centro di ricerca europeo per lo studio della psicologia dello sviluppo. Alla sua morte la direzione dell'Istituto fu assunta da Jean Piaget, suo allievo.
Condusse un'instancabile attività di promozione e diffusione della psicologia come organizzatore e membro dei Congressi internazionali di psicologia e delle Conferenze internazionali di psicotecnica.
Sostenitore di una concezione dinamica e funzionale dei fenomeni psicologici, Claparède intese la vita psichica come un insieme strutturato di funzioni rivolte all'adattamento dell'organismo all'ambiente. Studiò i fenomeni psicologici sperimentalmente, senza tuttavia isolarli dal processo concreto, ma considerandoli globalmente nel loro operare nei contesti familiari e sociali. Tra le leggi psicologiche che egli elaborò e applicò all'educazione, va ricordata la "legge del bisogno", secondo la quale l'attività mentale è sempre generata da un bisogno, e la "legge dell'interesse momentaneo", secondo la quale in ogni momento un organismo agisce seguendo la direzione del suo interesse più forte.
Nel campo pedagogico fu, insieme a Adolphe Ferrière, uno dei maggiori teorici e promotori della "scuola attiva" o "scuola su misura", cioè di un insegnamento metodologicamente fondato sui reali interessi del bambino, sui suoi bisogni e sul suo naturale processo di sviluppo.

Marina Manotta
25/04/2011

Bibliografia

Filograsso, N. (1966). Claparède e la psicologia scientifica. Firenze: La Nuova Italia.
Hamelin, D. (1993). Edouard Claparède (1873-1940). Perspectives: revue trimestrielle d'éducation comparée1-2, 161-163.
Pillsbury, W.B. (1941). Edouard Claparède. The Psychology Review48, 271-278.
Sheehy, N., Chapman, A.J., & Conroy, W.A. (Eds.) (1997). Biographical dictionary of psychology. London-New York: Routledge.
Trombetta, C. (1976). Edouard Claparède. La famiglia, l'infanzia, gli studi, bibliografia. Roma: Bulzoni.
Trombetta, C. (1989). Edouard Claparède psicologo. Roma: Armando.
back to top