Il fondo Augusto Ermentini

Soggetto produttore

Il fondo archivistico e librario di Augusto Ermentini è conservato presso il Centro Aspi – Archivio storico della psicologia italiana dell’Università degli studi di Milano-Bicocca, a cui è stato donato dalla figlia del professore nel novembre 2016.
Il materiale (non ancora riordinato e inventariato) è pervenuto in 60 scatoloni, 7 dei quali contenti la documentazione archivistica, che copre un arco cronologico compreso tra gli anni Cinquanta del Novecento e il 2002. Tale documentazione è per la maggior parte conservata in cartelline e fascicoli creati dallo stesso Ermentini, anche se non è presente un vero e proprio ordinamento originario delle carte.
I materiali sono costituiti da: perizie psichiatriche, molte delle quali relative a noti fatti di cronaca nera; dattiloscritti e manoscritti di interventi a convegni, conferenze e lezioni universitarie; appunti di studio relativi alle tematiche studiate dal professore, quali antropologia criminale, criminologia, ipnosi, parapsicologia, pedofilia, psicopatologia, test di Rorschach, transessualità, violenza; alcune fotografie; qualche lettera di carattere professionale; un dettagliato curriculum vitae aggiornato al 1979, con l’elenco delle sue numerosissime pubblicazioni; numerose tesi di laurea di cui Ermentini fu il relatore; materiale relativo alla sua partecipazione a convegni e congressi (brochure, programmi).
Le pubblicazioni presenti nel fondo librario riguardano anch’esse le tematiche principali degli studi di Ermentini e verranno prossimamente catalogate dalla Biblioteca di ateneo dell’Università di Milano-Bicocca e rese disponibili nella sezione “Fondi speciali” dell’opac.

Paola Bianchi
19/12/2016
back to top