L’archivio della Senavra

Presso l’Archivio dell'Ospedale Maggiore di Milano (Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico) è conservato il materiale d’archivio relativo al primo periodo di vita del Manicomio della Senavra, dalla sua fondazione nel 1781 al 1866, anno in cui l’istituto fu preso in carico dalla Provincia di Milano.
Si tratta di documentazione prevalentemente amministrativa, riguardante la gestione dell’edificio, del patrimonio e del personale addetto, per un totale di 28 buste. Per quanto riguarda la documentazione sanitaria, si conservano inoltre le carte relative ai “Pazzi in osservazione” (ordini di custodia di pazienti riconosciuti infermi di mente, ai quali è allegata la relazione storico-medica), nonché gli elenchi dei pazienti ricoverati (con indicazione della data di ricovero, del nome e cognome, del comune di provenienza, della data di dimissione e di eventuali osservazioni), per un totale di 2 buste.  
Presso la sede di viale Piceno dell’Archivio storico della Provincia di Milano (oggi Città metropolitana), all’interno del titolo “Beneficenza”, categoria 3 “Alienati”, è conservata altra documentazione relativa agli anni 1861-1912, riguardante il passaggio alla Provincia delle competenze nella gestione dell’istituto, la sua chiusura e l’apertura del nuovo Manicomio di Milano in Mombello.
Un piccolo nucleo di cartelle cliniche di pazienti della Senavra è infine conservato nell'archivio di uno dei direttori, Andrea Verga, presso le Civiche Raccolte storiche di Milano.
 
Elisa Montanari
17/09/2015
back to top