L’archivio di Agostino Gemelli

Soggetto produttore

L’archivio privato di padre Agostino Gemelli è conservato a Milano, presso l’Archivio storico della Provincia S. Antonio dei Frati Minori, nel Convento di Sant’Antonio di Padova.
La parte più consistente del fondo, rimasta alla morte di padre Gemelli (1959) nel Convento di S. Antonio di Padova, dove il frate aveva iniziato la sua avventura francescana, ha seguito negli anni gli spostamenti della Curia, collocata fino al 1992 nel convento di Sant’Angelo in via Moscova e da quell’anno in poi presso la sede attuale di via Farini. Nell’ottobre 2014 la nipote di Gemelli ha donato all’Archivio della Curia altro materiale appartenuto alla famiglia.
L’archivio è parzialmente ordinato ma non inventariato, e occupa complessivamente 20 faldoni. I documenti coprono un arco cronologico compreso tra il 1903 e il 1959.
Nella parte originaria del fondo si trovano: un faldone di memorie sull’ordine francescano in Italia, quattro faldoni di corrispondenza di lavoro e privata (lettere alle missionarie in Somalia, corrispondenza con Giuseppe Marchetti per la traduzione delle Meditazioni di padre Luigi da Ponte, lettere a padre Sevesi, corrispondenza con i ministri provinciali, lettere ai famigliari), documentazione riguardante il Comitato di soccorso dei soldati fondato durante la prima guerra mondiale, estratti di scritti scientifici con elenco bibliografico, certificati, testimonianze della vita religiosa di Gemelli (tra cui la visita a Padre Pio), documenti riguardanti l’atto testamentario e il rito delle esequie, un album fotografico che documenta le solenni esequie funebri di padre Gemelli, avvenute a Milano nel luglio 1959, e un servizio fotografico sull’evento organizzato il 18 gennaio 1978 dall’Università Cattolica di Milano per il Centenario della sua nascita.
Il materiale donato nel 2014 dalla nipote è costituito da: circa due faldoni di corrispondenza famigliare (1903-1959), una scatola di estratti di pubblicazioni, tre scatole con articoli di giornale su Gemelli, quattro raccoglitori ad anelli contenenti 95 stampe fotografiche e materiale a stampa che raccontano l’esistenza di padre Gemelli dall’infanzia fino alla morte.

Elisa Montanari e Daniela Scala
29/07/2015 (aggiornamento 05/01/2017)
back to top