Cartolina di Giulio Cesare Ferrari alla fidanzata Emilia Giordani (9)

[Parigi, 25 agosto 1900]
 
Carissima. Anche oggi non posso mandarti che un saluto affrettato; ma domani, se Dio vuole, sarà finita. Ci riempiono di feste ma non si ha un momento di pace. Io finisco per domani 4-5 ore, ma non facendo niente e con quest'aria eccitante finisco per non stare affatto male. Anzi mi sono un po' stufato. Vorresti un colletto di manicotto di pelo? Potrei comprartelo coi quattrini (200) che mi ha promesso Selene per il matrimonio. Per la festa porterò un soprabito. Ma se non lo vuoi fai in tempo a scrivermi. Mille baci
Tuo sempre G.C.
La gobba mi applaude calorosamente tutte le volte che parlo in pubblico.
 
back to top