Mnemometro di Ranschburg

Nome originale: Mnemometer nach Ranschburg
Dimensioni: 24,5 x 25 x 21,5
Peso: 5,7
Materiale: lega metallica
Accessori: dischi di cartone
Annessi: metronomo o cronoscopio di Hipp, martelletto o Schallschlüssel nach Hempel
Inventore: Pál Ranschburg
Luogo e data dell'invenzione: anni Novanta dell'Ottocento
Storia dell'invenzione: lo strumento si basa sullo schema tecnico del tachistoscopio e sulle prove di memorizzazione condotte da Hermann Ebbingaus, Georg Elias Müller e Alfons Pilzecker
Costruttore: Eduard Zimmermann
Ditta costruttrice: Zimmermann Fabrik für psychologische und physiologische Apparate
Luogo e data della costruzione: Leipzig, Emilienstrasse 21, anni Dieci del Novecento
Notizie sulla ditta costruttrice: nel 1887, dopo il fallimento della Baltzar-Schmidt, Eduard Zimmermann, già meccanico presso il laboratorio di Wilhelm Wundt, aprì nel 1887 la propria ditta.
Ditta italiana di distribuzione: G.R. Duroni
Luogo e data della distribuzione: Torino (I), via Cavour 15, anni Quaranta del Novecento
Iscrizioni, targhe, timbri: targhetta del distributore avvitata: "Successore di G.R. Duroni costruttore strumenti di precisione, via Cavour 15, Torino, tel. 46773 Casa Fondata nell'anno 1853"
Provenienza: Dipartimento di Farmacologia e Fisiologia Umana Università di Bari
Numero di inventario: 2059
Data di acquisto: 18 novembre 1949
Costo: £. 60.000
Collocazione: Laboratorio di Storia della Psicologia Applicata "A. Marzi" Università di Bari
Descrizione: lo strumento, di forma circolare e a inclinazione variabile, è provvisto di una fessura laterale che permette la presentazione di stimoli visivi (parole, lettere, numeri, ecc.) scritti su un disco di cartone del diametro di 18 cm, suddiviso in 60 segmenti e inserito nella parte interna della cassa circolare. Il movimento del disco è impresso da un meccanismo di rotazione a scatti, la cui temporizzazione è determinata da un sistema elettromagnetico in 1/10 sec.
Scopo: misura dell'apprendimento, delle associazioni e della memoria
Test: l'esaminando deve memorizzare il maggior numero possibile di stimoli presentati in brevi intervalli di tempo.
Contesto d'applicazione: adolescenti e adulti

Maria Sinatra

Bibliografia

Katz, D. (1948). Psychological atlas. New York: Philosophical Library.
Ranschburg, P. (1900). Studien über die Merkfähigkeit der Normalen, Nervenschwachen und Geisteskranken. Monatsschrift für Psychiatrie und Neurologie9, 241-260.
Ranschburg, P. (1901). Apparat und Methode zur Untersuchung des optischen Gedächtnisses für medicinischund pädagogisch-psychologische Zwecke. Monatsschrift für Psychiatrie und Neurologie10, 321-333.
Ranschburg, P. (1905). Über die Bedeutung der Ähnlichkeit beim Erlernen, Behalten und bei der Reproduktion. Journal für Psychologie und Neurologie5, 93-127.
Ranschburg, P. (1911). Das kranke Gedächtnis. Leipzig: J.A. Barth.
Schiller, P. H. (1947). Paul Ranschburg: 1870-1945. The American Journal of Psychology, 60(3), 444-446.
Zimmermann, E. (1903). XVIII. Preis-Liste über psychologische und physiologische Apparate (pp. 14-15). Leipzig, No. 56-59.
back to top