Géza Révész

Siófok (Ungheria), 9 Dicembre 1878 – Amsterdam, 19 Agosto 1955

Biografia

Studiò legge all'Università di Budapest e dopo la laurea si trasferì in Germania per dedicarsi alla psicologia. Frequentò corsi in diverse università, ma il suo riferimento fondamentale e il suo maestro divenne ben presto Georg Elias Müller, e il laboratorio da lui fondato a Gottinga.
Dopo aver completato la sua formazione, con una dissertazione sulla percezione del colore, nel 1906 tornò in Ungheria e fu chiamato come Privatdozent all'Università di Budapest, dove nel 1918 divenne professore ordinario.
In seguito all'avvento al potere dell'ammiraglio Nikolaus von Horthy nel 1919, lasciò l'Ungheria per l'Olanda, divenendo cittadino olandese e professore all'Università di Amsterdam. Qui fondò, nel 1939, un istituto di psicologia fra i maggiori in Europa. Nel 1950 ottenne il pensionamento e il titolo di professore emerito.
Membro delle Accademie delle scienze bavarese (1949) e ungherese (1948), dottore honoris causa dell'Università di Würzburg (1949), fu cofondatore, insieme a David Katz, e caporedattore della rivista Acta Psychologica (dal 1935), nonché caporedattore della rivista Nederlandsche Tijdschrift voor Psychologie.
I suoi contributi riguardarono diversi ambiti della psicologia scientifica: dalla psicologia della percezione visiva alla psicologia del suono (Grundlegung der Tonpsychologie, 1912) e della musica (The psychology of a musical prodigy, 1925; Einführung in die Musikpsychologie, 1946), alla psicologia del tatto (Die Formenwelt des Tastsinnes, 1938; The psychology and art of the blind, 1950); dalla psicologia del linguaggio (Ursprung und Vorgeschichte der Sprache, 1946) alla psicologia applicata (dell'educazione, industriale, militare), alla psicologia animale.

Verena Zudini
​29/10/2012

Bibliografia

Bos, M. C., & Duyker, H. C. J. (1950). Géza Révész. Scientist and teacher. Acta Psychologica7, 117-120.
Duijker, H. C. J. (1955). In memoriam Géza Révész. Acta Psychologica11, 356-359.
Kafka, G. (1950). Géza Révész. Erinnerungen eines Jugendfreundes. Acta Psychologica7, 121-125.
Piéron, H. (1956). Géza Révész: 1878-1955. American Journal of Psychology, 69(1), 139-141.
back to top