Il fondo Fabio Metelli

Soggetto produttore

Il fondo archivistico e librario di Fabio Metelli è conservato presso la Biblioteca di psicologia a lui intitolata presso l'Università degli Studi di Padova.
Il patrimonio di libri e documenti di lavoro dello psicologo è stato donato all'Università nel 2000, entrando così a far parte degli archivi acquisiti dell'Università di Padova, all'interno del più complesso sistema archivistico dell'ente, cui è preposto l'Archivio generale di ateneo. La Biblioteca, che gestisce l'accesso e cura la valorizzazione del fondo, nel 2010 si è fatta promotrice – in collaborazione con il Sistema bibliotecario di ateneo e l'Archivio generale – di un progetto che prevedeva il riordinamento, il condizionamento con materiali a norma, l'inventariazione archivistica e la digitalizzazione delle carte. I file dei documenti sono stati caricati in Phaidra, la piattaforma di ateneo per l'archiviazione a lungo termine e la gestione degli oggetti digitali, e resi disponibili in rete, all'indirizzo https://phaidra.cab.unipd.it/collections/metelli.
Al momento di accettare la donazione, il materiale documentario è stato selezionato ed è stata trattenuta solo la parte di documentazione avente carattere di testimonianza della personale attività scientifica di Metelli, restituendo agli eredi quanto atteneva alla vita esclusivamente privata dello psicologo. Tra il 2000 e il 2002 è stato prodotto un elenco della documentazione del fondo che è sfociato nel documento inedito "Fondo Metelli. Indice", a cura dei dottorandi Michele Sinico e Giulia Parovel, sotto la supervisione del prof. Luigi Burigana.
Nel 2010, nella prospettiva di un progetto più ampio di valorizzazione del fondo, l'Archivio generale di ateneo è intervenuto in senso tecnico specialistico e l'archivio è stato riordinato e inventariato, sulla base di un progetto approvato dalla Soprintendenza archivistica per il Veneto. Nel corso di tale intervento, è stato esaminato, riordinato e descritto anche il materiale sperimentale escluso dai precedenti elenchi ed è stata redatta una tavola sinottica di raffronto tra le segnature del precedente riordino e quelle dell'attuale.
Va segnalato che per ragioni di vincolo archivistico sono confluite nella serie "Carteggio" alcune lettere che sono state trovate all'interno di libri pervenuti con la donazione ma gestiti all'interno del catalogo della biblioteca. Anche gli appunti manoscritti trovati all'interno dei libri donati sono confluiti nel fondo archivistico, e sono stati inseriti nelle diverse serie a seconda dell'argomento, curando di conservare l'informazione sulla loro collocazione originaria.
Il fondo archivistico (1923-1987) è attualmente costituito principalmente dall'archivio di lavoro di Metelli e conserva 295 fascicoli condizionati in 26 contenitori, tra buste e scatole fuori formato. Il fondo si suddivide in 7 serie:
1) Attività didattica e di ricerca (20 fascicoli), 1923-1987.
2) Perizie e brevetti (2 fascicoli, 5 sottofascicoli), 1947-1958.
3) Carteggio (47 fascicoli distribuiti in 2 sottoserie: Lettere di e a Metelli, Lettere di altri ad altri), 1934-1984.
4) Scritti di psicologia generale (40 fascicoli), 1929-1986.
5) Scritti sul tema della trasparenza (59 fascicoli), 1961-1987.
6) Scritti sul tema della percezione (63 fascicoli), 1934-1984.
7) Materiale sperimentale (64 fascicoli in cui confluiscono tavole, rotoli su carta da lucido, fotografie e tasselli).
La documentazione riflette con grande immediatezza il modo di lavorare dello studioso.
Oltre alla documentazione archivistica, il lascito comprendeva inizialmente anche circa 600 monografie, centinaia di estratti, opuscoli e fascicoli di riviste. Tutto quanto atteneva alla biblioteca personale di Metelli è stato scorporato e fatto confluire in parte (le monografie) nell'opac di Ateneo e in parte (estratti e articoli di rivista) raccolto e conservato in raccoglitori dotati di elenco bibliografico in ordine alfabetico per autore. Un'ulteriore partizione comprende gli articoli di Metelli, ordinati ed elencati in ordine cronologico. Solo quest'ultima parte di materiale bibliografico è stata inserita nel fondo archivistico, in ragione delle annotazioni autografe che gli conferiscono valore documentale.

Valeria Bosco
12/06/2013

Bibliografia

Sinico, M. & Parovel, G. (2003). Introduzione al Fondo Metelli. Giornale Italiano di Psicologia, 3, 623-634.
back to top