Cartolina dello psichiatra Giuseppe Vidoni (1884-1951) a Giulio Cesare Ferrari (6)

Genova, 18-10-24

Caro prof.,
appena avuta la circolare l'ho fatta conoscere, ma Genova è lontana da Bologna e però qui non v'è troppo entusiasmo per la materia. Nonostante questo, lavorando in ambiente medico-generico ed igienista io credo che a Genova si sia fatto realmente qualche cosa per la profilassi mentale: lo dico nell'introd[uzione] che uscirà coi «Quaderni [di psichiatria]», dove ho presentato una relazione sull'attività svolta. Il volume sulla «Delinquenza minorile» [1] è di certo smarrito. Abbia la cortesia di chiederne un'altra copia all'editore prof. A. Mieli [2], via Casalmonferrato 29, Roma. Io ho citato largamente Lei, riferendomi alla sua autorità. Spero che, anche in questo campo, si farà qualche cosa di buono. Stiamo organizzandolo, anzi. Alla conferenza avevo parlato anch'io, ma per la propaganda abbiamo oramai stancato forse l'ambiente. Sarebbe forse più utile fare una cerimonia con una certa solennità a lavoro inoltrato ed io farò, col Comitato, di certo il suo nome. Va bene? Mi ricordi alla signora e creda al mio affettuoso rispetto
Suo G. Vidoni

[P.S.] Scriva a Mieli. Quando avrà letto il vol. sia così cortese di scrivermi francamente le sue impressioni.
 
[1] G. Vidoni, La delinquenza dei minorenni: scaturigini e rimedi; con prefazione di Gian Giacomo Perrando, Roma, Leonardo Da Vinci, 1924. Si veda la recensione di Ferrari nella «Rivista di psicologia», 1924, pp. 189-190.
[2] Aldo Mieli (1879-1950), storico della scienza, fondatore e direttore della «Rassegna di studi sessuali», dal 1921 al 1928.
back to top