Cartolina del filosofo e storico della scienza Giovanni Vailati (1863-1909) a Giulio Cesare Ferrari (10)

Roma, 2 agosto [1907]

Caro Ferrari,
Ho avuta la tua cart[olina] del 29 ma finora niente copie della Riv[ista] e niente estratti! Sono veramente incorregibili. Non vorrei che come l'altra volta arrivassero qui dopo la mia partenza. (Io sto qui fin verso il 7). Sento con piacere del tuo progetto di viaggio in Olanda e Inghilterra. Non dispero di poterne fare un pezzo insieme o almeno trovarci in Inghilterra (io ci andrei appunto verso il 20 agosto, ma dovrei passare invece per Copenhagen). Mario [Calderoni] è qui a Londra (44, Longridge Road, la solita pensione nel quartiere di South Kansington). Di Papini ci sono notizie… matrimoniali ma c'è ancora vincolo del segreto. Saluti a te e alla tua signora e a rivederci presto
Tuo aff.mo G. Vailati
 
[P.S.] Mandami pure un biglietto per la E[l]len Key [1], o, se preferisci, una semplice indicaz[ione] del suo indirizzo a Firenze. Di qui, partendo, andrei verso l'8 a Firenze, poi Faenza (Riccione), Bologna verso il 12 o 15.
 
[1] Ellen Karolina Sofia Key (1849-1926) scrittrice ed educatrice femminista svedese. Il suo libro Il secolo dei fanciulli (Das Jahrhundert des Kindes, 1900) fu tradotto in molti paesi e fu determinante per l'educazione progressista, un sistema di insegnamento basato sui bisogni e sulle potenzialità del bambino piuttosto che sulle norme religiose e sulle convenzioni della società. Nel 1906 uscì la prima traduzione italiana autorizzata ad opera di Maria Ettlinger Fano, Torino, Bocca, 1906, recensita da Ferrari nella «Rivista di psicologia», n. 6, novembre-dicembre 1906, pp. 422-423. Si veda la lettera di Vailati a Ferrari Francoforte, 11/05/1906. 
back to top