Lettera del fisiologo e pedagogista Zaccaria Treves (1869-1911) a Giulio Cesare Ferrari

Comune di Milano / Laboratorio civico / di / Pedagogia sperimentale / Via Manin, 2A
 
li 4 Gennajo 1910

Egregio Collega,
Reduce da Parigi [1], Le comunico le notizie. Fu deciso e costituito un comitato per congressi internazionali di pedologia (internazionali ma unilingui, proposta Claparède). Invitato a designare i nomi per i cinque posti lasciati all'Italia, proposi l'On. Credaro, l'On. Celli [2] (per l'igiene), De Sanctis, e Lei. Confido che tutti vorranno benevolmente accettare; e suggerire, se la credessero opportuna, qualche aggiunta che potrebbe essere tollerata. Fui designato io come membro italiano del Comitato esecutivo.
Essendo il Congresso nuovo destinato a non intralciare ma secondare le iniziative locali e fruire anzi di quanto di buono si fa per ogni dove per metterlo a sua volta in più chiara evidenza, si decise di accordarsi per le date coi locali comitati e promuover la costituzione di questi, là dove, come in Italia, non esistessero ancora. Questa sarebbe quasi come condizione necessaria per non perdere il turno del Congresso da tenersi nei paesi di lingua italiana.
Converrà dunque procedere sollecitamente a fare questo Comitato locale, di cui potrebbe essere buon punto di partenza il gruppo dei facienti parte del Comitato internazionale, con le opportune amplificazioni, per le quali attendo da loro lumi e consigli.
Non sì tosto verrà pubblicato il resoconto delle sedute di Parigi, di cui avrò copie a distribuire, si potrebbe cominciare l'intrapresa. Ed Ella sarà colla sua Rivista, un valido aiuto? ​[3]
A Parigi mi chiesero della costituenda società di psicologia, risposi che v'era qualcosa in aria ma nulla ancora di definitivo.
Essa pure potrà, una volta costituita, essere un buon centro di irradiazione a favore della pedologia.
Con cordiali saluti Le stringo la mano ed invio rispetti alla Sua gentile Signora.
Suo Z. Treves
 
[1] Probabilmente Treves aveva partecipato alla prima riunione del Comitato per lo studio della psicologia pedagogica che si era tenuta a Parigi nel dicembre 1909, sotto la presidenza di Alfred Binet.
[2] L'igienista, sociologo e deputato Angelo Celli (1857-1914), noto per i suoi studi sull'agente eziologico della malaria.
[3] Ferrari pubblicò sulla «Rivista di psicologia» del 1910 due comunicazioni in cui pubblicizzava l'iniziativa: Comitati internazionali di psicologia pedagogica e di pedologia, pp. 188-190 e Comitato italiano per la psicopedagogia e per l'organizzazione dei Congressi pedologici internazionali, pp. 267-268.
back to top