Cartolina [1] di Paola Lombroso (1872-1954), figlia di Cesare e moglie di Mario Carrara, a Giulio Cesare Ferrari (1)

[Torino, febbraio 1910]

Caro Ferrari,
mando alla sua piccolina in dono il libro colla dedica, il suo pensiero era stato molto gentile e lusinghiero, ma il vil denaro assolutamente inestetico!"… Io ho accomodato la cosa passando i francobolli al fondo "bibliotechine" e così le sono ancora debitrice di £. 3,70 + ringraziamenti! anzi ringraziamenti di £. 3,70!…
La sua Rivista va al laboratorio ma prende la via lunga perché io la possa vedere ed ammirare! Io vorrei sì collaborarvi ma lei dovrebbe vedere se ho un bel daffare e com'è difficile di far due cose così differenti nello stesso tempo. Così la prego di non legarsela al dito se vedrà una mia cosa sulla nuova Rivista pedagogica del Dr. Loreta [2]: è una cosa vecchia che mi dormiva nel cassetto e che non sarebbe stata in nessun modo adattata alla sua Rivista.
Un bacio ai suoi bambinetti e i più affettuosi saluti a Lei ed alla Signora, dalla sua
Paola Lombroso Carrara

[1] Sulla cartolina è incollato un ritaglio di giornale con il fumetto di un bambino.
[2] Lo psicologo Umberto Loreta.
back to top