Lettera dello psichiatra Marco Levi Bianchini (1875-1961) a Giulio Cesare Ferrari

Casa editrice libraria / Vittorio Idelson / Società Collettiva Socia dell'A.E.L.I. / Napoli / Piazza Oberdan 15, telef. int. 4-95
 
Napoli, 19 ottobre 1922

Egregio Professore,
per accondiscendere al desiderio espresso nella recensione del 2° volume, Le mando il 1° della Introduzione [1], quantunque mi sembri di averglielo già a suo tempo spedito.
Grazie per le sue parole e mi attendo sul prossimo fasc. della sua «Rivista di Psicologia» una bella recensione.
Ossequi
Levi Bianchini
 
Sig. Prof. G.C. Ferrari
Direttore del Manicomio Prov.le di
Bologna in Imola
(Bologna)
 
[A tergo è presente una minuta di lettera in francese di Ferrari senza destinatario].
 
[1] S. Freud, Introduzione allo studio della psicoanalisi. Tre parti: Lapsus-Sogno-Dottrina generale delle neurosi; prima traduzione italiana autorizzata sulla 3a edizione tedesca del 1920 del dott. E. Weiss; con prefazione di M. Levi Bianchini, Zurigo, Libreria Psicoanalitica Internazionale, 1922.
back to top