Ospedale Corberi di Limbiate

Negli anni Venti e Trenta del Novecento, lo psichiatra Giuseppe Corberi era direttore del reparto fanciulli del Manicomio di Milano in Mombello. Lo affiancava la figlia Elisa, appena ventenne, che vi lavorava come insegnante volontaria. Il reparto, infatti, era dotato di una scuola che – come precisava il direttore Giuseppe Antonini – era stata arredata con tutto il prezioso materiale Montessori. Corberi, che aveva fondato e dirigeva anche il Laboratorio di psicologia sperimentale dello stesso manicomio, dedicò gran parte del suo lavoro allo studio e alla rieducazione dei fanciulli ricoverati, svolgendo anche lavori di ricerca su bambini “normali”, sempre coadiuvato dalla figlia (si veda ad esempio l’articolo L’esame della memoria nei fanciulli normali, che raccoglie i risultati di alcuni esperimenti condotti sugli alunni della scuola elementare di Limbiate, pubblicato nel 1922 sulla Rivista di psicologia). Non stupisce allora che proprio a Corberi sia stato intitolato, nel 1967, il primo Ospedale per minori portatori di disturbi neuropsichiatrici creato a Milano.
Sorto nel novembre del 1962, il nuovo ospedale nacque dal trasferimento dei fanciulli da Mombello in un’area autonoma, non distante dal manicomio. I ricoverati all’Ospedale Corberi – il cui numero passò da cento a trecento in breve tempo – erano suddivisi nei tre reparti denominati De Sanctis, Mingazzini e Montessori, a seconda della tipologia di disturbo e del grado di rieducazione possibile. Tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta del Novecento, al Corberi vennero organizzate gite, passeggiate e attività all’esterno della struttura. L’Assessorato alla psichiatria della Provincia di Milano mise anche a disposizione Villa Rosa di Monteno, in Brianza, per farvi trascorrere le vacanze estive ai ricoverati.
In seguito all’entrata in vigore della legge 180 e della successiva costituzione del Servizio sanitario nazionale, nel 1986 la Regione assegnò al Corberi la qualifica di Presidio sanitario multizonale di riabilitazione.
Attualmente il Presidio di neuropsichiatria Corberi afferisce alla ASL di Monza e Brianza, che nel 2013 ha avviato un progetto di riqualificazione della struttura.

Elisa Montanari
16/09/2015
 

Bibliografia

Antonini, G. (1925). L’ospedale psichiatrico provinciale di Milano in Mombello. Milano: Tip. Stucchi-Ceretti.
Alcune note sul Presidio Corberi e sull’attuale fase progettuale (luglio 2014).
Il Corberi: una storia centenaria

Fonte iconografica

Sito del Comune di Limbiate
back to top